ORME SULLA NEVE
imparariamo a riconoscere i selvatici dalle orme lasciate sulla neve

Nel bosco, o nel prato, regna il silenzio ovattato dalla neve caduta durante la notte, sembra immobile anche l'aria, tutto deserto e silenzioso. Guardando bene, con attenzione, notiamo invece che furtive presenze hanno calpestato la neve; quelle lunghe serie di buchi sono le impronte di qualche animale che ha girovagato in cerca di cibo per poi tornare al suo rifugio. Diffidenti e schivi, difficili da incontrare, quando il terreno innevato rivelano inconsapevolmente la loro presenza; ognuno lascia le proprie orme, tipiche, sulla neve. Esaminando le impronte possibile capire di quale animale si tratta e cos imparare durante una escursione che il territorio che stiamo attraversando non disabitato come sembra. Forma e dimensione dell'orma permettono di capire chi l' ha lasciata. Alcuni animali appoggiano tutta la pianta del piede, altri appoggiano solo le dita e hanno dei cuscinetti plantari, altri appoggiano solo alcune dita del cosiddetto zoccolo. L' orma la traccia lasciata da una singola zampa mentre le orme di tutte le zampe formano la traccia. L'insieme delle tracce sul percorso seguito dall'animale formano la pista.

 

Cinghiale
Dimensione dell'impronta di circa 6-9cm di larghezza; resta sempre impressa l'impronta delle due dita mediane. Al passo, i piedi sono poggiati un po' in fuori, i posteriori sull'orma degli anteriori, appena pi indietro. Gli speroni sono quasi sempre impressi . La presenza del cinghiale maggiore nelle zone appenniniche tra i 300m e gli 800m, prevalentemente boschive.


Lupo
Impronta lunga circa 9-11 cm e larga 8-10 cm, forma arrotondata con ben evidenti le unghie e i polpastrelli, quasi sempre impressi anche gli speroni. Le orme delle zampe anteriori sono più grandi delle posteriori.


Volpe
Anche se di taglia più piccola assomiglia a quella del cane, dalla quale si diferenzia per le dita parallele e per i segni più lunghi lasciati dalle unghie. Misura mediamente 6,5 cm di lunghezza e 4,5 di larghezza. Spesso pone la zampa posteriore nell'impronta lascata dalla zampa anteriore producendo quindi una traccia che sembra la successione di una singola orma.


Lepre
La traccia della lepre è inconfondibile con la sua forma a "Y". Entrambe le specie: lepre comune presente fino ai 2000 metri e lepre bianca presente tra i 1200 e i 2800 metri di quota, si muovono sempre con la caratteristica andatura a balzi con le zampe anteriori che si appoggiano una dietro l'altra e le posteriori che si appoggiano sempre davanti alle anteriori, in posizione parallela. Da notare che spesso sono poco identificabili perché, soprattutto la lepre alpina, ha le piante dei piedi pelose.


Camoscio
Ha zoccoli allungati e rettilinei che lasciano un'impronta rettangolare di circa 6 cm x 3,5-5 cm ed elastici al punto da sembrare separati. Al passo l'orma lasciata dalle zampe posteriori si sovrappone quasi completamente a quella delle zampe anteriori.


Tasso
L'orma e` schiacciata di 5-7 cm x 4 cm circa. Mostra artigli molto visibili e cuscinetti delle dita allineati e paralleli tra loro . Le orme anteriori lasciano impressi i segni delle unghie per circa 2-3 cm, quelle posteriori solo per 1 cm.


Muflone
E' molto simile a quella del camoscio anche se è più larga e meno appuntita (6 x 4,5 cm circa). Sovrappone quasi completamente le orme delle zampe posteriori a quelle delle zampe anteriori.


Cervo
Il piede formato da due unghioni. Nel terreno o nella neve sono osservabili i bordi degli zoccoli e il cuscinetto plantare. Il cuscinetto plantare rotondeggiante copre circa un terzo dell'orma.


Stambecco
Dimensione dell'impronta di circa 7-10 cm x 6 cm, forma rettangolare-bombata, zoccoli piuttosto arrotondati e incurvati. Di lunghezza uniforme hanno margini anteriori smussati e ampio spazio tra le dita. Gli zoccoli posteriori lasciano impronte più ovali.


Capriolo
Al passo, poggia le zampe posteriori quasi sulle orme degli anteriori, lasciando quindi delle coppie di impronte distanti una trentina di cm l'una dall'altra. L'orma del capriolo, in media misura 5cm di lunghezza e 3cm di larghezza. In corsa, l'orma si allarga e mostra anche il segno degli speroni.


Lince
L'impronta ha forma tondeggiante simile a quella di un gatto, misura circa 5-8 cm di lunghezza per circa 5-7cm di lunghezza. Non sono presenti tracce delle unghie. l'impronta è simile a quella di un gatto.


Faina
L'orma e` arrontondata-ovale (circa 3,5-4cm x 3cm); l'impronta del polpastrello e` spesso solo accennata.


Gracchio
Ha dita piuttosto lunghe: il medio dritto, il posteriore lungo pi o meno come i laterali, che sono un po' divaricati: l'orma misura 9cm di lunghezza e 4 di larghezza. Se si muove a salti il gracchio lascia orme accoppiate, se "pedina" invece una dietro l'altra appena rivolte in dentro.


Scoiattolo
Muovendosi a salti le zampe anteriori si posano una vicino all'altra con le dita ben divaricate; quelle posteriori, anch'esse a dita allargate, toccano terra appena davanti alle anteriori, a volte leggermente all'esterno. Misurano: le anteriori 3cm x 2cm, le posteriori 4cm x 2.5cm.

 

 

 

Fonti:
Animali, grande enciclopedia illustrata  -  Edipem 1983
Vita in campagna (vari numeri)  -  Edizioni L'informatore agrario
La Rivista (nov - dic 2004)  -  Club Alpino Italiano
Naturandia   
Natura sull' Isola
Funet
Wildtier Schweitz