SPONGATA
Si dice che la cucinassero addirittura gli Etruschi, ha quindi origini antichissime, e dall'antico nome "sponga" la incontriamo anche a Sarzana come "spungata". Per il ripieno c'è chi sostituisce la marmellata di mele con quella di arance e chi aggiunge uva sultanina, il sapore sarà comunque eccellente.
Ingredienti: (per la sfoglia)

300 grammi di farina bianca
1 uovo e 1 tuorlo
80 grammi di burro
70 grammi di margarina
1 cucchiaio di miele di acacia
1 cucchiaio di lievito per dolci
150 grammi di zucchero
Ingredienti: (per il ripieno )

100 grammi di marmellata di mele
50 grammi di marmellata di fichi
20 grammi di pinoli
20 grammi di gherigli di noci
20 grammi di mandorle tostate
20 grammi di arancia candita una spolverata di cannella e noce moscata


Ammorbidire le mandorle tostate in acqua tiepida per 30 minuti e mescolarle, sbucciate e tritate, con le marmellate, con i gherigli di noce sbriciolati, i pinoli interi e i canditi tagliati finemente. Amalgamare bene dopo aver spolverato con le spezie. Preparare la sfoglia rompendo le uova al centro della farina, aggiungere il sale e il burro a temperatura ambiente, il lievito, il miele e lo zucchero. Mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo e quindi lavorare con le mani per almeno un minuto in modo che l'impasto risulti morbido. Qualora sembrasse duro ammorbidirlo con le mani bagnate di acqua tiepida. Ricavare due dischi diseguali dalla sfoglia; con quello più grande foderare la tortiera imburrata, riempirla quindi col composto e coprirla con il rimanente disco di sfoglia. Infornare per 30 minuti a 180 gradi.


ricetta della Lunigiana