U.O.E.I.
UNIONE OPERAIA ESCURSIONISTI ITALIANI
Sezione "Antonio Tessa" - RIPA DI VERSILIA
 

Cerasto Apuano
Cerastium apuanum, Famiglia Coryophillaceae

Frequentissimo su tutti i rilievi a partire da quote modestissime, Vegeta indifferentemente su poggi erbosi, campi e margini di boschi oppure tra le fessure della roccia, tra le pietre e i detriti munti, negli erbosi aridi e diradati. E' pianta specifica di questi monti e tuttavia è presente anche sulla Pania di Corfino.

Croco, Zafferano maggiore
Crocus napolitanus, famiglia: Iridaceae


Specie medierranea, a larga distribuzione, il Croco era già noto nell'antichità per la possibilità di ricavare dai suoi lunghi stami lo zafferano. E' una piantina alta 10 - 20 cm, con 2 o 3 foglie inferiori ridotte a guaine biancastre, mentre le altre sono lineari, larghe circa 0,5 cm, erette e lunghe quanto i fiori, e presentano un nervo centrale bianco. Porta generalmente un solo fiore, inodoro.
Ha una spalla allargata ( 5-6 mm ). La corolla nella parte basale è a forma di tubo, biancastra; la fauce è ciliata, e verso l'alto si divide in 6 lacinie, i cosiddetti " petali ", violetti, più scuri verso l'apice, o raramente bianchi (15x 30 - 40 mm )Sono ben visibili le antere, gialle, lunghe circa 15 mm. Il pistillo è costituito dallo stilo, lungo 12mm, allargato all'apice in 3 stimmi disposti a ventaglio di circa 4 mm, rosso aranciati. Fiorisce in primavera, tra aprile e maggio. Vive nei boschi e nei pascoli montani, fino a 1500 mt di altitudine. Una specie affine alla precedente è Crocus Biflorus Miller ( Croco, Zafferano selvatico ) presente in tutta Italia, anche se non molto diffusa. Alta circa 12 - 20 cm, ha fiori con fauce gialla e lacinie violacee, generalmente con 3 - 5 vene longitudinali più scure. Gli stami hanno i filamenti pelosi,gli stimmi sono rosso aranciati. Questa specie fiorisce tra l'inverno e l'inizio della primavera. Vive in pascoli aridi e nei prati sino a circa 1200 m di altitudine.

Dente di cane
Erythonium dens - canis - famiglia: Liliaceae


E' specie distribuita in Europa, nel Caucaso, in Siberia e in Giappone. Questa piccola liliacea, alta circa 20 cm, porta all'apice di un corto scapo, sottile e senza foglie, un solo fiore, pendulo. I petali, di colore rosa, sono rovesciati in fuori e verso l'alto, e lasciano scoperti i 6 stami con le antere scure, rivolti verso il basso. Le foglie sono due sole, radicali, opposte di forma ovata lanceolata (2 -3 x 4 - 7 cm ),
punteggiate di verde e rosso. Fiorisce da febbraio ad aprile, quando le prime giornate più tiepide annunciano l'imminente primavera, in zone fresche e riparate, generalmente fino a circa 600 metri di altitudine, in boschi di latifoglie. Sulle Apuane è presente anche a quote superiori, fino a circa 1200 metri (Passo Croce)

Draba
Draba Bertolonii, Famiglia Crciferae

Forma tipici cuscinetti nelle fessure delle roccee tra i detriti delle creste delle montagne più alte. Purché in ambiente aperto vive sia su pareti calcaree che silicee.