Titolo:COMETA SULL'ANNAPURNA
Autore: Simone Moro
Casa editrice:Corbaccio
Simone Moro è un alpinista d'alta quota. In questo suo libro, il primo che scrive, vuole raccontare la spedizione sull'Annapurna del 1997 che è costata la vita ai suoi due compagni di cordata e che lo ha visto miracolosamente sopravvissuto alla valanga che ha ucciso gli altri e che lo ha fatto precipitare per 800 metri. E così parte dalla sua infanzia e cerca di spiegare come mai ha fatto della montagna il suo mestiere, perché scalare è la sua vita e che cosa significa per lui raggiungere la vetta. Ci racconta le sue esperienze, le sue paure, i suoi dubbi e la grande indimenticabile amicizia con Anatolij Bukreev, il grande alpinista kazako morto sull'Annapurna. Perché erano lì in pieno inverno? Come mai avevano deciso di affrontare quella parete in una stagione così ostile? Quale era il loro obiettivo? Simone racconta, descrive, spiega. Ci fa sentire il freddo e la stanchezza e poi la solitudine e la disperazione della sua discesa dopo la valanga, con le mani ferite e inutilizzabili, i tendini recisi, e la sensazione di non farcela. Ma il vero dolore Simone lo prova quando non può più sperare nella salvezza dei suoi due compagni. Il suo racconto è però un inno alla montagna e a quell'amico che sarà sempre vivo nel suo cuore.
Titolo: CAPOCORDATA la mia vita di alpinista
Autore:Riccardo Cassin
Casa editrice: CDA & Vivalda editori
"Uomo rupe" lo definisce nella prefazione Fosco Maraini. Un realizzatore audace e pragmatico, capace di passare dove tutti gli altri desistevano. Gli "altri" erano i migliori alpinisti dell'epoca del sesto grado. Alla fine il più deciso e incrollabile degli strapiombi della Ovest del Lavaredo, come sullo sperone incrostato di ghiaccio della walzer alla Grandes Jorasses, fu Riccardo Cassin, il fabbro di Lecco venuto dalla boxe, che trasformò le Grigne nel laboratorio dell'alpinismo estremo. Giunto a novant'anni, il grande alpinista ripercorre la sua carriera di leggendario capocordata, dalle scalate degli anni trenta alle spedizioni d'avanguardia del dopoguerra, in questa autobiografia definitiva che fonde e completa con episodi inediti.
Titolo: I QUATTROMILA DELLE ALPI 53 ascensioni attraverso le vie normali di salita delle vette più alte delle Alpi
Autore: Mario Vannuccini
Casa editrice: Nordpress
La magica quota di Quattromila metri attira da sempre l'attenzione degli alpinisti e, da sempre, la stragrande maggioranza degli alpinisti stessi è interessata alle vie normali. Per venire incontro a questa duplice esigenza è nata l'idea di raccogliere in una pubblicazione tutte le vie normali ai Quattromila delle Alpi. Non bisogna tuttavia, pensare che le 'normali' siano sempre e comunque facilmente per corribili. In relazione alla conformazione dei vari massicci montuosi, infatti, esistono alcuni itinerari che potrebbero essere definii delle 'passeggiate alpinistiche' (che comunque richiedono l'attrezza tura alpinistica) e altri assolutamente impegnativi, per i quali la definizione di 'via normale' risulta quasi troppo restrittiva.
Titolo: DALL'ADAMELLO AL GRAPPA cronaca fotografica dell'Ardito Ettore Boschi
Autore: Gianni Bello Fulvio capone
Casa editrice:Musei all'Aperto grande guerra sul Monte Grappa
Ettore BOSCHI nato a Moneglia (Ge) il 23 novembre 1874, deceduto a Milano il 18 maggio 1955. Fondò nel 1911 la Unione Operaia Escursionisti Italiani (U.O.E.l.). Si arruolò volontario nel 5° Rgt Alpini nel 1915; promosso Sergente per meriti guerra; poi Aspirante Ufficiale; quindi nel 1916 ufficiale nel Btg. Verona - poi Comandante del Plotone Arditi nel Btg. M. Pelmo fino alla fine della guerra. Combattente sull'Adamello, sull'Ortigara, sulle Tofane, sull' Isonzo, sullo Zugna e sul Grappa. Corredano il libro 400 fotografie d'epoca. Dagli album di E. Boschi sono state tratte le foto dell'Adamello, delle Tofane, dello Zugna e de Grappa. Non rinvenendo fra le sue raccolte foto dell'Ortigara e dell'Isonzo, sono state utilizzate altre collezioni. E' stata inserita anche una testimonianza inediti sulla "Battaglia dell'Ortigara" del Cap. Magg. de Btg. M. Baldo": Luigi CASA ROTTO di Roncà (Vr).
Titolo: SU PER LE CIME
Autore: Onofrio di Gennaro
Casa editrice: Tipografia Tecnotimbri, Napoli
Dato alle stampe nel 2001 in 310 esemplari "non venali" torna sugli scaffali in un'edizione aggiornata un volume che è anche il compendio di una vita avventurosa, dedicata all'andar su per le cime". Più di mezzo secolo di ascensioni e escursioni pervase dall'amore per la montagna in tutti i suoi aspetti è quanto propone Onofrio Di Gennaro, nato nel 1932 in Contrada Palazzone, un borgo che si estende tra il mare eil Vesuvio, dettaglio che è anche all'origine di una sua vocazione. Di Gennaro nutre infatti una dichiarata predilezione per i vulcani in generale e per il suo Vesuvio in particolare. In tanti anni di scalate ne ha collezionati parecchi di coni fumanti: quanto basta per assicurargli una presenza duratura nel Guinness. Ma, vulcani a parte, il volume spalanca una miriade di finestre su una tale quantità di ambienti in ogni continente da costituire un utile promemoria per chi ama sognare a occhi aperti o anche tradurre i sogni in realtà.
pag 1 pag 2 pag 3 pag 4 pag 5 pag 6 pag 7 pag 8 pag 9 pag 10 pag 11 pag 12